Come si diventa orafo?

Come si diventa orafo?

Hai la passione per i gioielli, i metalli preziosi, il lavoro artigianale e amore per il bello? Sei una persona creativa e dotata di una buona abilità manuale? Hai la stoffa per diventare orafo.

Oltre a ciò, però, devi avere anche una notevole predisposizione al rapporto con gli altri. Quest’ultima, infatti, è una soft skill fondamentale per capire le esigenze di chi si ha di fronte e per instaurare con lui (o con lei) un rapporto empatico, qualità essenziale soprattutto se hai intenzione di avviare una tua attività.

Hai anche quest’ultimo requisito? Perfetto, allora ti occorre solo sapere come e dove acquisire le competenze e le conoscenze tecniche per svolgere questa bellissima professione!

La formazione per diventare orafo

Per diventare orafo (o orafa) è necessario fare studi specifici. In Italia è possibile seguire tre strade.

1) La prima consiste nel frequentare un Istituto Professionale – Settore industria e artigianato – Indirizzo produzioni industriali e artigianali – Articolazione artigianato. Un corso di studi che ha una durata di 5 anni e che si conclude con un Esame di Stato.

2) La seconda, invece, nel frequentare un corso di formazione professionale regionale dopo il diploma di scuola superiore. Si tratta solitamente di corsi gratuiti. Per conoscere quelli attivi sul tuo territorio puoi rivolgerti al servizio Informagiovani del tuo comune di residenza.

3) La terza strada, infine, è rappresentata dai corsi di specializzazione a pagamento offerti da diverse scuole private sparse su tutto il territorio nazionale.
Le principali sono lo IED di Torino e Milano, la Scuola Le Arti Orafe di Firenze, la Scuola Orafa Ambrosiana di Milano, la Scuola del Centro Orafo Il Tarì di Marcianise in provincia di Caserta, la Scuola Elis e la Scuola dell’Arte della Medaglia di Roma.

I consigli dei maestri orafi di Ciuccioli 

Per concludere, ecco alcuni preziosi consigli dei nostri maestri orafi che con abilità, amore e dedizione, realizzano a mano i gioielli Ciuccioli.

Un primo suggerimento, mentre ancora si frequenta l’istituto professionale o la scuola, è quello di frequentare la bottega di un bravo orafo il sabato e la domenica (se lavora anche il fine settimana). In tal modo inizierai ad acquisire qualche competenza tecnica che ti servirà in futuro se deciderai di avviare una tua attività.

Inoltre, è anche utile prendere in prestito in biblioteca alcuni libri di settore, o visionare vari documentari, al fine di osservare e studiare le tecniche dei grandi maestri orafi.
In tal modo potresti anche iniziare a concepire un valido design per i futuri gioielli che poi andrai a disegnare e a realizzare.

Il nostro augurio è di riuscire ad intraprendere con successo, a chi lo desidera, questa bellissima professione, capace di dare grandissime soddisfazioni attraverso la realizzazione di gioielli in grado di regalare tante emozioni a chi li riceve.

Precedente Come distinguere l’oro vero dall'oro falso
Successivo Dove posso acquistare i gioielli Ciuccioli?

0 Commenti

Non ci sono commenti

Sii il primo commenta questo articolo!

Lascia un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare